Dipingere con il caffè: Andrew e Angel Sarkela Saur

La peculiarità di questi artisti non sta tanto nell’originalità dei soggetti dei loro dipinti, bensì nel materiale che utilizzano per crearli: nient’altro che caffè. L’idea di dipingere con il caffè viene da lontano: la storia di Andrew e Angel Sarkela Saur inizia nel 2001, quando gli viene chiesto di allestire una mostra presso una caffetteria di Duluth, Minnesota. Dopo averci riflettuto a lungo e guidati dall’intenzione di creare qualcosa di davvero unico e sorprendente decisero che, piuttosto che puntare su forme e figure nuove, sarebbe stato meglio ripartire dalle basi stravolgendo il materiale di lavoro e utilizzando, al posto di tempere ed acquarelli, il caffè come materia prima. Fecero quindi una serie di esperimenti, provando ad utilizzare i chicchi interi ed i fondi di caffè per creare dei pastelli e giunsero alla conclusione che il metodo migliore sarebbe stato quello di utilizzare l’infuso di caffè, più o meno diluito in modo da creare diverse gradazioni, come un acquarello. Da quel giorno il loro successo ha conosciuto un’ascesa strepitosa ed Andrew ed Angel hanno prodotto una grande quantità di dipinti dai tratti leggeri e delicati, raggruppandoli in cinque categorie a seconda dei soggetti: quelli concettuali, quelli con soggetti naturali, quelli raffiguranti animali esotici, persone o oggetti inerenti il mondo del caffè.

0 0 0 1 0